Imenolepiasi

di Marco Mancini 2

Imenolepiasi

Si parla di imenolepiasi in caso di infestazione di una delle due specie di tenia: l’Hymenolepis nana o Hymenolepis diminuta.

CAUSE: L’imenolepiasi si verifica in luoghi con climi caldi anche nei Paesi Occiedentali. Le uova di questi vermi sono ingerite dagli insetti, e gli esseri umani e altri animali si infettano quando, intenzionalmente o meno, mangiano materiale contaminato dagli insetti stessi. In una persona infetta, è possibile che il verme sviluppi un intero ciclo di vita all’interno dell’intestino, in modo che l’infezione possa persistere per anni.

L’infezione da imenolepiasi nana è molto più comune di quella diminuta negli esseri umani. Queste infezioni sono state descritte spesso in ambienti affollati e negli individui ai margini della società che vivono in condizioni igieniche non corrette. Ad ogni modo, la malattia si verifica in tutto il mondo.

SINTOMI: I sintomi si verificano solo con infezioni pesanti e possono includere:

  • Diarrea;
  • Disturbi gastrointestinali;
  • Dolore all’ano;
  • Scarso appetito;
  • Debolezza.

DIAGNOSI: L’esame delle feci per cercare le uova conferma la diagnosi.

TERAPIA: Il Praziquantel con una singola dose è l’attuale cura più scelta per questa condizione.

PROGNOSI: E’ possibile il pieno recupero dopo il corretto trattamento. Possibili complicazioni possono essere disturbi addominali o una disidratazione susseguente alla diarrea prolungata.

Contattare un medico se la diarrea diventa cronica o se sono presenti crampi addominali.

PREVENZIONE: Una buona igiene, seguire i programmi di salute pubblica e usare correttamente i servizi igienici, insieme all’eliminazione dei ratti, sono tutte strategie che possono aiutare a prevenire la diffusione dell’hymenolepiasis.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>