Intussuscezione

di Marco Mancini 1

Intussuscezione

L’intussuscezione è la penetrazione di una parte dell’intestino in un altra.

CAUSE: L’intussuscezione è causata da parte dell’intestino che si sposta verso l’interno dentro se stesso. Questo può bloccare il passaggio del cibo. Se l’apporto di sangue è tagliato fuori, il segmento di intestino tirato all’interno può morire.

La pressione creata dalle pareti dell’intestino causa:

  • Riduzione del flusso ematico;
  • Irritazione;
  • Gonfiore.

L’intestino può morire, e il paziente può avere emorragia significativa. Se si verifica un foro, le infezioni, shock e disidratazione possono avvenire molto rapidamente. La causa di intussuscezione non è nota, anche se le infezioni virali possono essere responsabili in alcuni casi. A volte un linfonodo, polipi o tumori possono innescare il problema. L’intussuscezione può colpire a qualsiasi età, sebbene la maggior parte dei casi si verifica nei bambini di età compresa tra 6 mesi e 2 anni, e colpisce i maschi quattro volte più spesso delle femmine.

SINTOMI: Il primo segno di intussuscezione è di solito un improvviso dolore acuto nella zona addominale. Il dolore è simile alle coliche, non continuo (intermittente), ma torna spesso, aumentando di intensità e durata. Un neonato con grave dolore addominale può trarre le ginocchia al petto piangendo. Altri sintomi includono:

  • Faci con sangue e gelatinose;
  • Febbre;
  • Shock (colore pallido, letargia, sudorazione);
  • Vomito.

DIAGNOSI: Il medico eseguirà un esame approfondito, che può rivelare una massa nell’addome. Ci possono anche essere anche segni di disidratazione o shock. I test possono includere:

  • Radiografia dell’addome;
  • Clistere.

TERAPIA: Il paziente viene prima stabilizzato. Un tubo sarà passato nello stomaco attraverso il naso (sondino nasogastrico). Fluidi per via endovenosa possono essere somministrati per prevenire la disidratazione. In alcuni casi, l’ostruzione intestinale può essere curata con l’aria o clistere di contrasto eseguito da un medico esperto. C’è il rischio di lacerazione intestinale (perforazione) con questa procedura, e non è utilizzata se l’intestino ha già sviluppato un foro.

Se questi trattamenti non hanno successo, il paziente avrà bisogno di un intervento chirurgico. Il tessuto intestinale di solito può essere salvato, ma tutti i tessuti morti saranno rimossi. L’alimentazione per via endovenosa e i fluidi saranno portati avanti fino a quando l’intestino non tornerà a funzionare normalmente.

PROGNOSI: Il risultato è buono con il trattamento precoce. C’è il rischio che la condizione tornerà.

Possibili complicazioni possono essere un foro (perforazione) che aumenta il rischio di infezione e, se non trattata, l’intussuscezione è quasi sempre fatale per neonati e bambini piccoli.

L’intussuscezione è una emergenza. Chiamate il medico immediatamente.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.