Sindrome premestruale rende donne più intelligenti?

di Valentina Cervelli Commenta

La sindrome premestruale renderebbe, secondo un recente studio, le donne più intelligenti. Il “subbuglio” ormonale di cui sono vittime non porterebbe solo ad essere più nervose ed emotive, ma anche ad un maggiore lavoro del cervello.

In risposta agli estrogeni infatti, come provato dalle risonanze magnetiche funzionali utilizzate nella ricerca, l’area dell’ippocampo crescerebbe di dimensioni. Essa è legata alle emozioni, al comportamento ed alla memoria dell’essere umano. Secondo i ricercatori del Max Planck Institute il modo in cui l’encefalo modifica le sue dimensioni in corrispondendo della produzione di questi specifici ormoni sessuali spiegherebbe la sintomatologia psicologica tipica della sindrome premestruale.  Ma allo stesso tempo causerebbe nelle stesse una maggiore risposta intellettiva e cognitiva in grado di tradursi in una maggiore riuscita e raggiungimento dei propri obiettivi in quel periodo. Ha spiegato l’autore principale dello studio, Claudia Barth, sulla rivista di settore Nature Scientific Reports dove lo stesso è stato pubblicato:

Abbiamo scoperto che parallelamente all’aumento dei livelli di estrogeni corrispondenti al periodo che arriva all’evoluzione anche l’ippocampo aumenta di volume, come quello della materia bianca e quello della materia grigia.

E’ molto prematuro parlare di un rapporto causa- effetto, anche per via del campione davvero ristretto alla base della ricerca (è stata seguita una sola donna, N.d.R.). Ma è importante, spiegano gli esperti, sottolineare anche questo aspetto della sindrome premestruale. Non si tratta solamente di un periodo nel quale la donna può essere vittima di cambiamenti dell’umore, ma anche di un momento in cui, proprio per diversi fattori di “crescita” chimici coinvolti, essa mostra di essere più ricettiva e sveglia nell’apprendere. Segnali che sono stati registrati nel corso della ricerca. Non bisogna infatti dimenticare che è stata rilevata nel corso degli esami anche la presenza di un fattore di crescita neurotico legato all’apprendimento.

Un lato positivo di una sindrome che di solito lascia la donna spossata? Tutto punterebbe verso questa direzione.

Potrebbe interessarti:

Sindrome premestruale, i 6 sintomi più comuni (FOTO)

8 rimedi efficaci contro la sindrome premestruale (FOTO)

Fonte | Nature Scientific Reports

Photo Credit | Pixabay

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>