Pasqua: le uova di cioccolato fanno bene a grandi e piccini

di Marco Mancini 2

Essere adulti non significa essere troppo vecchi per godersi la Pasqua, probabilmente il periodo con più cioccolato dell’anno. Una credenza popolare afferma che la cioccolata faccia bene ai più piccoli, ma non agli adulti. Per fortuna la scienza dimostra che non è così. Le uova di cioccolato, specialmente fondente, contengono cacao, che è ricco di flavonoidi, antiossidanti che migliorano la salute del cuore.

Il cacao sembra esercitare un effetto positivo sul cuore principalmente in tre modi: in primo luogo, mantenendo lo strato di cellule che riveste il cuore e i vasi sanguigni sani; attraverso l’abbassamento della pressione sanguigna; e modulando la funzione delle piastrine del sangue in un modo molto simile ad un’aspirina.

In uno studio, recentemente pubblicato sul sito della BBC, i partecipanti con ipertensione hanno subìto un calo significativo della pressione sanguigna dopo sette giorni che mangiavano cioccolato ricco di flavonoidi ogni giorno, rispetto a sette giorni in cui mangiavano cioccolato con pochi flavanoidi. Un altro studio ha rivelato che 90 g di cioccolato fondente al giorno per diverse settimane hanno aiutato abbassare la pressione sanguigna dei partecipanti ipertesi, in media, del 10%.

Altri studi hanno confrontato gli effetti dei flavonoidi del cacao sulla reattività delle piastrine del sangue con quelli dell’aspirina da 81mg, ed hanno notato che gli effetti positivi sono stati più o meno simili. Purtroppo, però, il cioccolato al latte e cioccolato bianco non hanno espresso gli stessi benefici. Ma le buone notizie non finiscono qui. Il cioccolato fondente infatti, oltre a far bene al cuore, ha effetti anche:

  • Sulla stanchezza cronica: gli adulti che hanno mangiato 45 grammi di cioccolato fondente contenente 85% di cacao ogni giorno per otto settimane, hanno riferito di sentirsi meno stanchi dopo aver mangiato il cioccolato. Si ritiene che il dolce aumenti l’azione dei neurotrasmettitori come la serotonina nel cervello, il che potrebbe spiegare l’effetto positivo;
  • Sul diabete di tipo 2: 90 g di cioccolato fondente al giorno per diverse settimane hanno migliorato la sensibilità del corpo all’insulina. Ciò ha evidenti vantaggi per le persone che sono insulino-resistenti o diabetiche. D’altra parte, 90g di cioccolato possono portare ad aumento di peso, e l’eccesso di peso può essere di per sé un fattore di rischio per il diabete;
  • Sul buon umore. Il cioccolato contiene l’aminoacido triptofano, che viene utilizzato dal cervello per produrre serotonina che migliora l’umore. In effetti, la relazione dimostra che alti livelli di aminoacidi sono in grado di produrre sensazioni di euforia, e persino l’estasi. La ricerca mostra anche che un’altra sostanza chimica del cioccolato, chiamata feniletilamina, stimola i centri di piacere del cervello. Ma il cioccolato contiene solo piccole quantità di queste sostanze chimiche, i ricercatori non sono certi se possano avere un effetto significativo.

L’importante, come sempre, è non esagerare, e tenere sempre in considerazione che ci sono cioccolate e cioccolate. Preferite quelle con pochi grassi, e non pensate che più vi riempite la bocca di cioccolato e più starete bene. La moderazione è sempre la via più giusta.

Pasqua, passarla in salute e benessere: ecco come
Tutti i benefici del cioccolato (per sconfiggere i sensi di colpa)
Cestini di Pasqua, i fatti in casa

[Fonte: Health24]