Allergie alimentari in aumento tra i bambini

di Paola 0

Le allergie alimentari in Europa colpiscono 17 milioni di persone, 3,5 al di sotto dei 25 anni d’età, giovani, giovanissimi e sempre più bambini, la cui qualità della vita è minata dalla paura del cibo, una minaccia per la salute che viene dal piatto e che può trasformare in complesse, e talora fonte di disagio nelle relazioni interpersonali, anche azioni semplici, come il mangiare fuori casa, accettare un invito a cena, prendersi qualcosa al bar.

Disagio sociale che è avvertito soprattutto dai più piccoli, per i quali le rinunce alimentari sono certamente meno comprese e forse anche per questo più sofferte. Si stima che in Europa soffrano di allergie alimentari un milione e 200 mila bambini di età compresa tra 0 e 5 anni, un milione tra 5 e 10 anni e 800 mila ragazzi tra i 10 e i 18 anni.

I ricoveri per shock anafilattico sono aumentati di ben 7 volte nella fascia d’età tra 0 e 14 anni. In Italia l’allergia alimentare più diffusa, con 100mila bambini tra 0 e 5 anni colpiti, è quella al latte vaccino. Seguono con 80 mila l’allergia alle uova e con 50mila quella alle arachidi.

Proprio di allergie alimentari si discute in questi giorni a Venezia, nell’ambito del Food Allergy and Anaphylaxis Meeting della European Academy of Allergy and Clinical Immunology (17-19 febbraio).
Spiega la dottoressa Maria Antonella Muraro, presidente del congresso, che il numero di allergici è in costante aumento a causa di fattori come il fumo di sigaretta e dei cambiamenti nutrizionali. A contare è anche

La mancata esposizione fin da piccolissimi a particolari fattori batterici che pare ridurre le possibilità che il nostro sistema immunitario riconosca che cosa è innocuo e cosa non lo è, scatenando una risposta anche nei confronti di proteine presenti nei cibi e generalmente tollerate dal nostro organismo.

Articoli correlati:

Allergie alimentari per 150.000 bambini italiani

Differenza tra allergie alimentari e intolleranze alimentari

Le intolleranze alimentari e le allergie

[Fonte: Agi Salute]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>