Pelle grassa e punti neri: rimedi naturali

di Tippi Commenta

Una delle caratteristiche principali della pelle grassa e mista è la presenza dei comedoni, comunemente chiamati punti neri. Tendono a localizzarsi nella cosiddetta zona a T ovvero fronte, naso e mento, e queste antiestetiche impurità cutanee possono riguardare tanto gli adolescenti quanto gli adulti. Questo fenomeno può inoltre interessare la schiena. La detersione della pelle, purtroppo da sola non basta ad eliminarli. Vediamo insieme i rimedi naturali più efficaci per combattere e prevenire i punti neri.

Punti neri: cosa sono

I punti neri, e più precisamente comedoni, sono un inestetismo della pelle grassa e mista dalla natura piuttosto ostinata: si formano quando, a causa di un’iperattività delle ghiandole sebacee, si verifica una sovrapproduzione di sebo. I follicoli piliferi dilatandosi vengono ostruiti appunto dal sebo e da tossine, che, a contatto con l’aria, si ossidano, determinando la formazione del caratteristico cappello nerastro, da cui l’espressione punti neri. Un errore piuttosto frequente è quello di eliminare i punti neri schiacciandoli tra le dita, tuttavia, questa non è di certo la tecnica migliore per trattarli, senza le dovute accortezze, infatti, si rischia di incorrere in infezioni cutanee o piccole cicatrici.

Pelle grassa e punti neri: cosa fare

  • Pulizia del viso. Questa, è senza dubbio la prima regola per prevenire e combattere i punti neri. Pulite il viso usando un latte detergente sebo-equilibrante 1 volta al giorno. Attenzione ai prodotti schiumogeni o eccessivamente sgrassanti, poiché si rischia di ottenere l’effetto contrario.
  • Suffumigi. Sono un ottimo rimedio per favorire la fuoriuscita dei punti neri. Mettete a bollire in un pentolino 6 bicchieri di acqua e 2 cucchiai di bicarbonato di sodio, potete aggiungere anche l’ortica se l’avete. Poi raccogliete i capelli, coprite la testa con un asciugamano e avvicinate il viso alla pentola, rimanendo in questa posizione per 1 quarto d’ora, e infine sciacquate il viso con acqua fredda.
  • Scrub per il viso. Lo scrub andrebbe fatto almeno 2 volte a settimana se la pelle è grassa o 1 volta a settimana se la pelle è mista. Prendete 4 cucchiai di bicarbonato, aggiungete 1 cucchiaino di sale marino grosso e 2 cucchiai di acqua. Massaggiate delicatamente sulla pelle questo composto per almeno 5 minuti e poi sciacquate con acqua fredda.
  • Maschere purificanti. Le maschere vanno sempre fatte a pelle pulita, dopo lo scrub, e quindi vale la stessa regola suggerita pocanzi, la cadenza da seguire per le pelli grasse è di 2 volte a settimana, mentre per le pelli miste 1 volta a settimana. Prendete 1 cucchiaio di argilla verde superventilata (si compra in erboristeria), aggiungete 2 cucchiaini di succo di limone, e 1 cucchiaino di miele. Mescolate il tutto, fino a che il prodotto non risulta omogeneo e applicate la maschera con un pennello. Tenete in posa per 15-20 minuti e sciacquate con acqua tiepida.
  • Cerotti o patch. Per eliminare i punti neri senza ricorrere alle “maniere forti” i cerotti sono davvero un’ottima soluzione. Tutto quello che vi serve sono uno strato di garza e 1 uovo. Per prima cosa ritagliate tanti quadretti di garza quanti sono i patch di cui avete bisogno. In un piatto sbattete l’albume per qualche minuto aggiungendo 1 cucchiaino di limone. Immergete la garza nel bianco e applicate sulle zone interessate, facendola aderire molto bene alla pelle. Una volta che i cerotti saranno completamente asciutti potete rimuoverli. Per accorciare i tempi potete usare anche il phon (a temperatura media).
  • Prodotti sebo-equilibranti. Chi ha la pelle grassa o mista può usare creme idratanti sebo-equilibranti che opacizzano il viso, sono indicati anche l’olio di jojoba e il tea tree oil (olio essenziale di malaleuca), quest’ultimo inoltre, essendo un buon antimicrobico e disinfettante, viene utilizzato come rimedio contro le verruche e la candida.

Inoltre, chi ha la pelle mista o grassa, tendenzialmente più incline alla formazione dei punti neri, dovrebbe limitare l’uso del fondotinta, e usare ciprie dalla texture piuttosto leggera, come ad esempio le ciprie in polvere, da applicare con un pennellone. È importante, infatti, non ostruire i pori della pelle più del dovuto. Altrettanto fondamentale è struccarsi regolarmente il viso.

Photo Credits|ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>