Eutirox in allattamento, tsh basso, ipertiroidismo: endocrinologo risponde

di Cinzia Iannaccio 1

 Eutirox, allattamento al seno ed i valori degli ormoni tiroidei. E’ su questo tema che verte il quesito posto oggi nell’ambito della rubrica “ Chiedi all’esperto: consulti online su Medicinalive”. Prima di entrare nel merito della risposta vorrei però comprendere con voi il significato dei termini usati.

Cos’è Eutirox e a cosa serve

Eutirox è un farmaco comunemente in uso per trattare i casi di ipotiroidismo. E’ il nome commerciale della levotiroxina sodica o L-tiroxina sodica, principio attivo di sintesi equivalente al fisiologico ormone T4 necessario al corretto funzionamento dell’organismo. In pratica Eutirox va a compensare la carenza di tiroxina sviluppatasi in seguito all’ipotiroidismo (quando cioè la tiroide per varie cause smette di funzionare bene e produce pochi ormoni o per nulla). Il dosaggio di questo farmaco deve essere valutato sempre con attenzione da uno specialista ed in via individuale a seconda dei casi, oltre che tenuto sotto controllo con regolari analisi del sangue atte a stabilire se i valori di T3,T4 e Tsh (Ormone tireo-stimolante o tireotropina) rimangano nella norma.

Quali i normali valori di T3,T4 e Tsh?

Per rientrare in un range di “normalità” i valori di Tiroxina T4 nel sangue devono essere i seguenti

Tiroxina totale (TT4) = 60-150 nmoli/L

Tiroxina libera (fT4)= 10-25 pmoli/L

Quelli di T3 invece:

Triiodotironina totale (TT3) = 1,1-2,6 nmoli/L

Triiodotironina libera (fT3)= 3,0-pmoli/L

Per il TSH

Tsh (Ormone tireo-stimolante o tireotropina)= 0,15-3,5 mU/L

Rispetto a questi valori va evidenziato che si possono avere dei lievi cambiamenti a seconda del laboratorio analisi prescelto per effettuare il test, i cui risultati possono variare anche a seconda del metodo, riportando finanche unità di misura diverse. In più va sottolineato che i valori di riferimento vanno considerati anche in relazione all’età e all’eventuale presenza di una gravidanza. A valori alti di T4 corrisponde in genere un ipertiroidismo, a suoi valori bassi ipotiroidismo, mentre per ciò che riguarda il Tsh è al contrario basso in caso di ipertiroidismo e alto in presenza di ipertiroidismo.

 

Detto ciò passiamo al quesito della nostra lettrice.

 “Buongiorno. Ho 31 anni e ho partorito 4 mesi fa. Allatto ancora. Prendo eutirox 125 per asportazione di metà tiroide in seguito ad un nodulo. Ho appena rifatto le analisi: tsh 0,005 Ft3 6,2 Ft4 21,4. Come sono secondo lei? Il tsh è troppo basso? Grazie per la risposta che mi darete”.

 

Seleziona la specializzazione: Endocrinologia e Malattie metaboliche

Tipo di Problema: Tsh basso

Risponde il dottor Mario Francesco Iasevoli specialista in endocrinologia e malattie del metabolismo, presso l’Unità Operativa Complessa Endocrinologia-Azienda Ospedaliera Universitaria II Policlinico-Sun di Napoli.

“Cara Signora,

penso che il suo Endocrinologo abbia aumentato il dosaggio dell’Eutirox in gravidanza come da protocollo ed ora assume una quantità maggiore rispetto al periodo pregravidico. In allattamento non è richiesto un aumento del dosaggio ed in effetti ora noto valori che tendono verso l’ipertiroidismo subclinico. Poiché gli ormoni tiroidei in minima parte passano nel latte materno potrebbero anche influenzare la funzionalità tiroidea del bambino. Quindi le consiglio di rivolgersi allo specialista che la ha in cura che ridurrà il dosaggio di circa il 20-30%. Spero di essere stato chiaro e di aiuto. Cordiali saluti.

Dottor M. Iasevoli”

Mail [email protected]

Se avete altri quesiti per il nostro endocrinologo o altri esperti vi basta inviarli tramite il seguente link: Chiedi all’esperto: consulti online su Medicinalive.

Disclaimer

Vi ricordiamo che non si possono effettuare diagnosi online e neppure prescrivere terapie di alcun tipo: Medicinalive e gli esperti coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo meramente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

Leggi anche:

 

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>