Rosolia

di Marco Mancini 2

Rosolia

La rosolia è una malattia infantile che può causare problemi alle donne in gravidanza. La rosolia è un’infezione virale comune tra i bambini, ma è diventata più rara dopo l’introduzione del vaccino.

CAUSE: La rosolia è causata da un virus che è diffuso da goccioline inalate nelle vie respiratorie. Esso provoca solo un leggero malessere nei bambini, ma se una donna contrae la rosolia durante la gravidanza può mettere in pericolo il suo bambino.

SINTOMI: Il periodo di incubazione (dall’esposizione all’esordio dei sintomi) è da 14 a 24 giorni. Ci può essere un lieve rialzo febbrile inizialmente, ma la temperatura del corpo può essere normale e il primo sintomo evidente può essere uno sfogo. Esso di solito appare sul viso e si diffonde poi attraverso tutto il corpo. L’eruzione cutanea rossa di solito non causa prurito nei bambini, ma può causarlo negli adulti. Dura 3-5 giorni.

I sintomi includono spesso anche ghiandole gonfie intorno al collo, ascelle e inguine, e alcuni bambini lamentano dolori articolari. Le complicazioni sono rare, ma possono includere:

  • Artrite (infiammazione delle articolazioni);
  • Encefalite (un’infiammazione del cervello);
  • Miocardite (infiammazione del cuore);
  • Trombocitopenia (un problema di piastrine nel sangue, minuscole cellule coinvolte nella coagulazione).

Contattare il medico se si sospetta che il bambino possa essere affetto da rosolia. Non farlo venire a contatto con donne in gravidanza. La rosolia è infettiva da sette giorni prima che l’eruzione appaia fino a circa quattro giorni dopo.

DIAGNOSI: La rosolia può essere confermata con un semplice esame del sangue.

TERAPIA: La terapia serve principalmente ad alleviare il dolore e la febbre e consiste in uno sciroppo e molti liquidi. I bambini di solito guariscono rapidamente dalla rosolia e quindi hanno l’immunità per il resto della loro vita. Richiedere assistenza medica urgente se il bambino manifesta sintomi anormali.

PREVENZIONE: La rosolia può essere prevenuta con una vaccinazione.

[Fonte: BBC]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.