Sarcoma di Kaposi

di Marco Mancini 1

Sarcoma di Kaposi

Il sarcoma di Kaposi è un tumore maligno del tessuto connettivo, ed è spesso associato all’AIDS.

CAUSE: Prima che l’epidemia di AIDS si diffondesse, il sarcoma di Kaposi è stato visto soprattutto in uomini anziani italiani ed ebrei, e raramente, nelle donne anziane. In questo gruppo, i tumori si sviluppavano lentamente. In pazienti affetti da AIDS, il cancro può svilupparsi molto velocemente. Può anche diffondersi alla pelle, polmoni, tratto gastrointestinale e altri organi.

Nelle persone con AIDS, il sarcoma di Kaposi è causato da un’interazione tra l’HIV, un indebolimento del sistema immunitario, e l’herpesvirus-8 umano (HHV-8). Le persone che hanno trapianti renali o di altri organi sono anche a rischio di contrarre la malattia. Il sarcoma di Kaposi africano è abbastanza comune nei maschi adulti giovani che vivono vicino all’equatore, ed è una forma è comune anche nei bambini africani.

SINTOMI: I tumori appaiono come piaghe bluastro-rosse o viola sulla pelle. Il colore deriva dal fatto che sono ricchi di vasi sanguigni. Le lesioni possono comparire prima sui piedi o alle caviglie, cosce, braccia, mani, viso, o qualsiasi altra parte del corpo. Possono anche apparire in siti all’interno del corpo. Altri sintomi possono includere:

  • Emorragia da lesioni gastrointestinali;
  • Espettorato con sangue da lesioni del polmone;
  • Mancanza di respiro da lesioni del polmone.

DIAGNOSI: I seguenti test possono essere eseguiti per diagnosticare il sarcoma di Kaposi:

  • Broncoscopia;
  • TAC;
  • Endoscopia;
  • Biopsia della lesione cutanea.

TERAPIA: Come questa condizione è curata dipende da:

  • Quanto il sistema immunitario è soppresso;
  • Numero e localizzazione delle lesioni;
  • Sintomi.

I trattamenti includono:

  • Terapia antivirale contro il virus dell’AIDS;
  • Combinazione di chemioterapia;
  • Congelamento (crioterapia);
  • Radioterapia.

Le lesioni possono ritornare dopo il trattamento.

PROGNOSI: Il trattamento del sarcoma di Kaposi non migliora le possibilità di sopravvivenza da AIDS. Le prospettive dipendono dallo stato immunitario della persona e dalla quantità del virus HIV nel sangue del paziente (carica virale). Possibili complicazioni possono includere:

  • Tosse e respiro corto (se la malattia è nei polmoni);
  • Gonfiore delle gambe, che può riguardare infezioni dolorose se la malattia è nei linfonodi delle gambe.

Il tumore può tornare anche dopo il trattamento. Il sarcoma di Kaposi può essere fatale per una persona affetta da AIDS. Una forma aggressiva del sarcoma di Kaposi africano può diffondersi rapidamente alle ossa. Un’altra forma trovata nei bambini africani non influisce sulla pelle, ma invece si diffonde attraverso i linfonodi e gli organi vitali, e può diventare rapidamente fatale.

PREVENZIONE: Pratiche sessuali sicure possono prevenire l’infezione da HIV. Questo impedisce l’AIDS e le sue complicanze, tra cui il sarcoma di Kaposi.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.