2011, un anno di salute e medicina

di Cinzia Iannaccio 2

 E’ difficile ripensare o scovare quella che è stata la notizia più importante di questo 2011 nell’ambito della salute e della medicina. La rivista Science, come abbiamo già avuto modo di raccontarvi, ha messo al primo posto tra tutte le ricerche scientifiche più importanti (di vari ambiti) una che riguarda l’utilizzo di antiretrovirali come forma preventiva contro l’HIV.  E questo ci da l’idea di quanto effettivamente la medicina sia al centro degli interessi degli scienziati e della vita di tutti. Del resto, come dice quel detto? “Quando c’è la salute c’è tutto”. Banale ma reale! E’ così che penso ai grandi eventi nazionali ed internazionali di cui abbiamo parlato in questi 12 mesi, tutti visti da un particolare punto di vista, quello della salute. Proviamo a ripercorrerli insieme.

Abbiamo iniziato il nuovo anno con preoccupanti notizie circa un’epidemia di colera ad Haiti, flagellata dalla malattia un anno dopo il terribile terremoto. E torniamo ora purtroppo col dirvi che la situazione non è ancora risolta. Si legge in un recente comunicato sul sito di Medici Senza Frontiere:

“Fin dal manifestarsi dei primi casi di colera, nell’ottobre del 2010, più di 450.000 haitiani si sono ammalati e più di 6.500 sono deceduti, secondo i dati del Ministero della Salute haitiano. Ad un anno dallo scoppio dell’epidemia di colera a Haiti, la popolazione è ancora minacciata dalla mortale malattia, nonostante la comunità internazionale abbia impegnato un’enorme quantità di denaro….”

Un altro grande evento internazionale, ha messo a repentaglio la vita di tante persone e l’incubo di una pericolosa contaminazione radioattiva aleggia ancora in tutto il mondo: mi riferisco al terremoto in Giappone e alla centrale di Fukushima.

Durante l’estate si è sviluppato un grande allarme in Europa (ma anche negli Stati Uniti), quello del batterio killer. Lo ricordate? Un comune batterio intestinale, l‘escherichia coli, in una sua forma particolarmente aggressiva e resistente agli antibiotici. Una tematica costante questa nel 2011, tra le principali battaglie attuali dell’OMS, l’antibiotico-resistenza.  In Italia ad Agosto invece ha cominciato a diffondersi il panico da TBC,  a causa di un’involontaria infermiera malata del nido presso il policlinico A. Gemelli di Roma. La tubercolosi è malattia tutt’altro che sconfitta e di cui ormai si scovano nuovi focolai con regolarità.

Ma in questi mesi vi abbiamo parlato anche della rivoluzione araba, con gli scontri in Egitto e la situazione degli ospedali;  della morte di Steve Jobs ucciso da un cancro al pancreas e di quella più recente di Marco Simoncelli e di come e perché non è stato possibile donare i suoi organi. Grande il dibattito infine che si è sviluppato nelle ultime settimane circa la liberalizzazione dei farmaci in fascia C. Tanti altri temi sicuramente in questo momento li ho dimenticati, ma penso che questi pochi, siano un buon riassunto dei fatti accaduti nell’anno che sta per finire, che ne dite?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>