Come funziona l’orgasmo maschile

di Valentina Cervelli Commenta

Come funziona l’orgasmo maschile? Non rappresenta per nessuno una novità il modo in cui si giunga allo stesso, ma non molti conoscono nello specifico cosa accade nel corpo di un uomo prima, durante e dopo lo stesso.

Come nasce l’erezione

Come per accade per le donne è un mix di stimolazione fisica e psicologica a condurre verso il climax. E tutto parte dall’erezione. Come funziona la stessa? E’ presto detto: ad un preciso segnale del cervello le arterie all’interno del membro maschile si dilatano, spingendo il sangue nello stesso ad una velocità 50 volte più alta del normale: i corpi cavernosi grazie ai vasi sanguigni si riempiono di sangue mantenendo il pene eretto. Questo succede quando l’uomo reputa eccitante qualcosa ed l’encefalo, recependo l’informazione, attraverso il midollo spinale “passa il segnale agli organi genitali.

Quando l’uomo ha alti livelli di testosterone nel sangue questo avviene con più facilità.

La preparazione dell’orgasmo

Una volta che l’erezione è avvenuta il corpo dell’uomo reagisce completamente in funzione della preparazione dell’orgasmo. Dopo un periodo definibile di “riscaldamento” che va dai 30 secondi ai due minuti il battito cardiaco aumenta ed il precum inizia a fuoriuscire dal pene. Questo fluido è secreto dal corpo per salvaguardare, modificando il PH della punta del pene, lo sperma che verrà eiaculato.

Orgasmo ed eiaculazione

Man mano che l’uomo si eccita le ghiandole seminali producono lo sperma che viene spinto alla base del pene dal fondo dell’uretra fino alla punta del pene, mentre la stessa manda segnali di piacere alla spina dorsale che attraverso le terminazioni nervose dà segnale alla base del pene di contrarsi in media ogni 0,8 secondi per spingere il liquido seminale fuori dal membro dando vita all’eiaculazione. Avvenuta quest’ultima i muscoli si rilassano, facendo defluire il sangue dal pene.

Grazie agli ormoni secreti con il raggiungimento dell’orgasmo l’uomo è più rilassato e prova una sensazione di benessere generale. Il tempo di ripresa è differente per ogni persona: di media servono almeno 30 minuti prima che la stessa possa avere un’altra erezione.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>