Dieta vegana per le sorelle Williams

di Tippi Commenta

Le sorelle del Tennis, Venus e Serena William, voltano pagina e con l’arrivo del 2012 hanno deciso di convertirsi alla filosofia vegana. Ma dietro il motivo, si celano le condizioni di salute della minore, a cui è stata diagnosticata la sindrome di Sjogren, una malattia infiammatoria di natura autoimmune, che colpisce nel 90% dei casi persone di sesso femminile.

Venus, infatti, per contenere la patologia, che l’ha costretta a ritirarsi dagli US Open, ha cambiato alimentazione, eliminato dal suo regime la carne, le uova, il latte e tutti i derivati animali, proprio come vuole la dieta vegana, una variante della dieta vegetariana, ma ancora più restrittiva. Serena, per solidarietà verso la sorella, ha deciso di seguire le sue orme.

La sindrome di Sjogren diagnosticata a Venus, è una malattia rara, non sempre di facile identificazione. Come per le altre malattie autoimmuni, in cui il sistema immunitario, che è il principale strumento di difesa per il nostro organismo, sbaglia bersaglio e invece di attaccare virus, batteri o cellule malate, va a colpire le cellule sane che producono gli anticorpi. Nel caso della sindrome di Sjogren, i linfociti aggrediscono soprattutto le ghiandole lacrimali e salivari, creando notevoli disturbi di bocca secca e occhio secco.

Tra i vari sintomi della malattia, inoltre, si annoverano anche un senso di stanchezza cronica e dolori alle articolazioni e ai muscoli. Come racconta la stessa Venus:

Non potevo sollevare il braccio oltre la mia testa, la racchetta cadeva. Non avevo più tatto nelle mani. Sudavano e prudevano: ho temuto che la mia vita diventasse miserabile. Ho passato delle settimane davvero dure e ho bisogno di evitare lo stress per non peggiorare e fare passi indietro.

Da qui, la decisione di diventare vegana, per arginare i sintomi della malattia e tornare nuovamente in campo. Accanto all’alimentazione, poi, le sorelle Williams hanno iniziato a seguire anche corsi di Yoga e a fare cure naturali per ritrovare l’energia di un tempo.

Photo Credit|ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>