Idrocele

di Marco Mancini 7

Idrocele

L’idrocele è un gonfiore dello scroto causato dal liquido in eccesso. Si tratta di una raccolta anomala di liquido nello scroto. Ogni testicolo è circondato da una membrana a doppio strato. Una piccola quantità di liquido è normalmente presente tra questi strati, ma a volte, e spesso senza alcuna ragione apparente, del liquido in eccesso si raccoglie in questo punto. Anche se gli uomini di qualsiasi età possono sviluppare un idrocele, è più comune nei bambini piccoli e negli anziani.

CAUSE: I problemi che possono causare la raccolta del fluido nello scroto includono un’infezione, infiammazione o traumi al testicolo. A volte si sviluppa a causa del cancro ai testicoli, ma questo è raro. Spesso nessuna causa evidente può essere scoperta.

SINTOMI: Il primo segno di un idrocele è il gonfiore dello scroto. Questo può essere accompagnato da un trascinamento o sensazione di pesantezza, ma di solito non è doloroso. Se si riesce a far passare una luce attraverso il rigonfiamento puntando una torcia contro la zona colpita, significa che il liquido in eccesso è presente (solidi grumi che provocano un gonfiore dello scroto che blocca la luce). Se la luce non passa attraverso il gonfiore, allora è più probabile che un nodulo solido (che potrebbe essere di natura molto grave, come per esempio, un tumore) sia responsabile per i sintomi scrotali, e questo avrebbe bisogno di un controllo urgente.

DIAGNOSI: I medici possono raccomandare un’ecografia scrotale quando un gonfiore è presente, e questo può confermare la diagnosi di un accumulo di liquido, nonché l’esclusione di qualsiasi grave problema di fondo.

TERAPIA: Il trattamento di un idrocele dipende dalla sua causa. Se è il risultato di un’infezione, ad esempio, saranno necessari gli antibiotici. Se diventa di grandi dimensioni o provoca disagio, il liquido può essere rimosso con un piccolo intervento. Spesso, tuttavia, l’idrocele scompare da sé.

[Fonte: BBC]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.