Infortunio al legamento collaterale mediale

di Marco Mancini 1

Infortunio al legamento collaterale mediale

L’infortunio al legamento collaterale mediale può essere uno stiramento o una rottura parziale o totale del legamento sulla parte interna del ginocchio. Il legamento collaterale mediale si estende dalla superficie superiore interna della tibia in superficie dal basso verso l’interno del femore. Il legamento stabilizza l’articolazione all’interno del ginocchio.

CAUSE: Questo infortunio di solito avviene a causa di una pressione immessa sul ginocchio dall’esterno. E’ spesso visto insieme all’infortunio del legamento crociato anteriore.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Instabilità del ginocchio;
  • Dolore al ginocchio e mollezza lungo la parte interna della giuntura;
  • Gonfiore al ginocchio.

DIAGNOSI: Il medico esaminerà il ginocchio. Un test fisico sarà fatto per rilevare la scioltezza del legamento. Questo consiste nel piegamento del ginocchio a 25 gradi, facendo pressione sulla superficie esterna del ginocchio. Altri test possono includere:

  • Risonanza Magnetica del ginocchio;
  • Raggi-X del ginocchio.

TERAPIA: Il trattamento comprende l’applicazione immediata di ghiaccio sulla zona, sollevando il ginocchio sopra il livello del cuore, e farmaci antinfiammatori non-steroidei (FANS). Si dovrebbe limitare l’attività fisica fino a quando il dolore e il gonfiore non vanno via.

Dopo un periodo iniziale in cui si blocca il ginocchio (di solito con un tutore), si può iniziare il rafforzamento con esercizi di stretching. La terapia fisica può essere utile per contribuire a recuperare la forza del ginocchio delle gambe. L’intervento chirurgico non è di solito utilizzato per le lesioni isolate del collaterale mediale.

Contattare un medico se si verificano i sintomi dell’infortunio, o se a seguito di una lesione, si nota una maggiore instabilità del ginocchio, se tornano dolore o gonfiore dopo che erano passati, o se il danno non guarisce con il tempo.

PREVENZIONE: Utilizzare tecniche di corretta attività fisica durante lo sport o l’esercizio fisico. Molti casi non sono prevenibili.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>