Malassorbimento

di Marco Mancini 1

Malassorbimento

Il malassorbimento è la difficoltà a digerire o assorbire nutrienti dal cibo.

CAUSE: Molte malattie possono causare malassorbimento, cioè l’incapacità di assorbire determinati tipi di zucchero, grassi, proteine o vitamine dal cibo.

Alcune delle cause di malassorbimento comprendono:

  • Abetalipoproteinemia;
  • AIDS;
  • Atresia biliare;
  • Celiachia;
  • Alcuni farmaci (colestriramine, tetraciclina, alcuni antiacidi, alcuni farmaci usati per trattare l’obesità, la colchicina, acarbose, fenitoina);
  • Alcuni tipi di tumori (linfoma, cancro del pancreas, gastrinomi);
  • Alcuni tipi di intervento chirurgico (gastrectomia con gastrodigiunostomia, trattamenti chirurgici per l’obesità, la rimozione parziale o completa del ileo);
  • Colestasi;
  • Malattia cronica del fegato;
  • Pancreatite cronica;
  • Intolleranza alla proteina del latte di mucca;
  • Morbo di Crohn;
  • Fibrosi cistica;
  • Danni da trattamenti radioterapici;
  • Intolleranza al lattosio;
  • Parassiti come Giardia lamblia, Necator americanus o Strongyloides stercoralis;
  • Sindrome di Shwachman-Diamond (una malattia genetica che colpisce il pancreas e midollo osseo);
  • Intolleranza alla proteina del latte di soia;
  • Malattia di Whipple.

Il malassorbimento della vitamina B12 può essere dovuto a:

  • Anemia perniciosa giovanile;
  • Tenia (Diphyllobothrium latum)

Il malassorbimento delle vitamine può verificarsi anche in assenza di diarrea.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Gonfiore, crampi e gas;
  • Feci grandi;
  • Diarrea cronica;
  • Mancata crescita;
  • Steatorrea;
  • Deperimento muscolare;
  • Perdita di peso.

Il malassorbimento può influenzare la crescita e lo sviluppo, o può portare a malattie specifiche.

DIAGNOSI: Gli esami da effettuare possono essere:

  • Test di D-xilosio;
  • Test dell’idrogeno;
  • Studi di imaging del piccolo intestino e pancreas;
  • Esame qualitativo e quantitativo dei grassi nelle feci;
  • Test di Schilling della vitamina B12;
  • Test di stimolazione con secretina;
  • Biopsia dell’intestino tenue;
  • Analisi delle feci aspirate dal piccolo intestino.

TERAPIA: La sostituzione di vitamine e nutrienti è spesso necessaria.

PROGNOSI: Le prospettive dipendono dalla condizione che causa il malassorbimento. Possibili complicazioni a lungo termine possono comportare:

  • Anemia;
  • Calcoli biliari;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Calcoli renali;
  • Osteoporosi e malattie delle ossa;
  • Malnutrizione da carenza di vitamine.

Contattare un medico se si notano i sintomi del malassorbimento.

PREVENZIONE: I metodi preventivi dipendono dalla condizione che causa il malassorbimento.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>