Telangectasia

di Marco Mancini 3

Telangectasia

La telangectasia è una condizione che comporta dei vasi sanguigni della pelle insolitamente piccoli. La malattia è di solito insignificante, ma può essere associata a numerose patologie. Le telangectasie possono svilupparsi ovunque nel corpo, ma sono ben visibili nella pelle, nelle mucose e nella parte bianca degli occhi. Di solito, non causano sintomi. Tuttavia, alcune telangectasie sanguinano e provocano problemi significativi. Pssono verificarsi anche nel cervello e provocare gravi problemi di sanguinamento.

CAUSE: Le cause possono includere:

  • Abuso di alcool;
  • Invecchiamento;
  • Esposizione al sole.

Malattie associate con questa condizione sono:

  • Atassia telangiectasica;
  • Sindrome di Bloom;
  • Cutis Marmorata telangiectatica congenita;
  • Telangiectasia emorragica ereditaria (sindrome di Osler-Weber-Rendu);
  • Sindrome di Klippel-Trenaunay-Weber;
  • Nevo angiomatoso;
  • Angioma stellare;
  • Malattia di Sturge-Weber;
  • Xeroderma pigmentoso.

Contattare il proprio medico se si notano vene allargate nella pelle, nelle mucose o negli occhi.

DIAGNOSI: Il medico eseguirà un esame fisico e porrà domande sui sintomi. Alcuni esami possono essere necessari per diagnosticare o escludere una condizione medica:

  • Analisi del sangue;
  • TAC;
  • Studi di funzionalità epatica;
  • Risonanza magnetica;
  • Raggi-X.

TERAPIA: La scleroterapia è il trattamento preferito rispetto al laser. Viene iniettato un farmaco sclerosante nella vena malata in modo che si indurisca e poi si restringa, per poter essere eliminata. Le recenti terapie con scleroterapia con schiuma dimostrano che la schiuma contenente lo sclerosante irritante è efficace ma può avere degli effetti collaterali perché può viaggiare fino a polmoni e cervello. Le vene varicose e le varici reticolari, se presenti, devono essere curate prima di qualsiasi trattamento della telengiectasia. Le vene varicose possono essere curate con scleroterapia con schiuma, trattamento laser endovenoso, l’ablazione con radiofrequenza o la chirurgia.

Possibili complicazioni possono essere ictus e attacchi ischemici transitori susseguenti alla scleroterapia. Un altro problema che si pone con l’uso della scleroterapia è la colorazione, lividi, ed ulcerazione. Inoltre, l’incompletezza della terapia è comune, e richiede sedute multiple.

Le telangectasie sul viso sono spesso curate con il laser che le fa sciogliere. Questi trattamenti a base di luce richiedono un adeguato riscaldamento delle vene. Questi trattamenti possono causare la distruzione delle ghiandole sudoripare, ed il rischio aumenta con il numero di trattamenti.

Fonte: [Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.