Tiroidite subacuta

di Marco Mancini 3

Tiroidite subacuta

La tiroidite subacuta comporta gonfiore (infiammazione) della ghiandola tiroide, che di solito segue una infezione delle vie respiratorie superiori.

CAUSE: La tiroidite subacuta è una condizione rara. Si pensa possa essere causata da un’infezione virale. La condizione si verifica spesso dopo un’infezione virale delle alte vie respiratorie, come la parotite e l’influenza. La tiroidite subacuta si verifica più spesso nelle donne di mezza età con i sintomi di una recente infezione virale delle vie respiratorie.

SINTOMI: Il sintomo più evidente della tiroidite subacuta è il dolore al collo. A volte il dolore può diffondersi (irradiazione), alla mandibola o alle orecchie. L’ampliamento doloroso della ghiandola tiroide può durare per settimane o mesi. Altri sintomi includono:

  • Difficoltà di deglutizione;
  • Fatica;
  • Febbre;
  • Raucedine;
  • Mollezza quando una leggera pressione viene applicata alla tiroide (palpazione);
  • Debolezza.

I sintomi dell’ipertiroidismo possono comprendere:

  • Diarrea;
  • Intolleranza al calore;
  • Nervosismo;
  • Palpitazioni;
  • Sudorazione;
  • Tremori
  • Perdita di peso.

Sintomi che si presentano successivamente possono essere:

  • Intolleranza al freddo;
  • Stipsi;
  • Fatica.

Solitamente la ghiandola tiroide ritorna alla normalità. Ma in alcuni casi, l’ipotiroidismo può essere permanente.

DIAGNOSI: Gli esami di laboratorio nelle prime fasi del decorso della malattia possono presentare:

  • Livello basso di TSH;
  • Livello alto di T4;
  • Basso assorbimento di iodio radioattivo;
  • Alto livello sierico di tireoglobulina;
  • Alta velocità di sedimentazione eritrocitaria (ESR).

Altri test di laboratorio effettuati successivamente possono presentare:

  • Alto livello di TSH sierico;
  • Livelli bassi di T4.

Ci possono essere bassi livelli di anticorpi antitiroidei. La ghiandola tiroide di solito non ha bisogno della biopsia, ma mostra un tipo di infiammazione caratteristica di questa condizione. Gli esami di laboratorio dovrebbero tornare alla normalità quando la condizione va via.

TERAPIA: Lo scopo del trattamento è di ridurre il dolore e l’infiammazione e curare l’ipertiroidismo, se si verifica. I farmaci antinfiammatori come l’aspirina o l’ibuprofene sono utilizzati per il controllo del dolore nei casi lievi. I casi più gravi possono aver bisogno di un trattamento temporaneo con steroidi (per esempio, prednisone) per controllare l’infiammazione. I sintomi dell’ipertiroidismo sono curati con una classe di farmaci chiamati beta-bloccanti (per esempio, propranololo, atenololo). I farmaci antitiroidei o tionamidi non sono efficaci nel trattamento di questa condizione.

PROGNOSI: La condizione dovrebbe migliorare da sola. Tuttavia, la malattia può durare per mesi. Complicanze a lungo termine o gravi di solito non si verificano. Alcune possono essere:

  • Permanente ipotiroidismo;
  • Ritorno della tiroidite subacuta dopo il trattamento.

Contattare un medico se ci sono i sintomi di questo disturbo o la tiroidite non migliora con il trattamento.

PREVENZIONE: Le vaccinazioni contro morbillo, parotite, rosolia o l’influenza possono aiutare a prevenire le condizioni che possono causare la tiroidite subacuta. Altre cause non possono essere prevenute.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.


  • sara

    soffro di tiroidite subacuta da 5 anni circa. Da 2 anni prendo l’eutirox da 75 mg e da circa tre mesi, per 2 volte alla settimana, anche la dose da 100 mg. i noduli non tendono a diminuire, anzi ad ogni controllo crescono, di poco, ma crescono sempre. Ho notato poi un aumento notevole di peso. Può essere un causa della cura?E soprattutto questo tipo di cura ha una sua efficacia? grazie tante

    • Cinzia Iannaccio

      gentilissima, non siamo medici e quindi non possiamo darti le info che cerchi. Prova a rivolgerti direttamente al tuo specialista..e se è uno che non ama rispondere a queste domande…cambialo! Un medico degno di questo nome deve saper ascoltare e spiegare le terapie in modo adeguato;=))

  • Pingback: Noduli tiroide e tiroidite | MedicinaLive()