Smettere di russare: cause, rimedi naturali e consigli

di Cinzia Iannaccio Commenta

rimedi naturali smettere russareEsistono dei rimedi naturali per smettere di russare? La risposta dipende essenzialmente dalle cause scatenanti, in alcuni casi risolvibili anche con un semplice miglioramento dello stile di vita o piccole accortezze. Vediamo insieme le possibili soluzioni domestiche e naturali che non richiedono l’intervento diretto di un medico specialista, cercando bene di capire però da cosa il russare può essere provocato.

Per smettere di russare è importante comprendere le cause

Il suono brusco del russare si sviluppa in seguito alla vibrazione dei tessuti delle vie respiratorie, quando l’aria non riesce a circolare liberamente nella respirazione. Può capitare per un problema alla bocca, per una scorretta postura o posizione della lingua, a causa del naso ostruito, eccetera. A determinare questi aspetti che sviluppano un russamento cronico sono alcuni fattori specifici. Questi i più comuni:

  • Età: con gli anni la gola si restringe, in quanto il tono muscolare diminuisce
  • Predisposizione e patologie: gli uomini sono più predisposti al russare in quanto posseggono una gola fisiologicamente più stretta delle donne, ma c’è anche la palatoschisi, le adenoidi ingrossate ed altre malattie o caratteristiche fisiche che possono provocare questo problema. Anche sinusite ed altre anomalie del naso portano a russare (sempre perché l’aria non circola adeguatamente nelle vie aeree)
  • Essere in sovrappeso: l’adipe e lo scarso tono muscolare in genere correlato sono altri fattori scatenanti
  • Alcol, fumo, ed alcuni farmaci, possono aumentare il rilassamento muscolare che fa russare.
  • Dormire con la pancia all’insù: la gola rilassata blocca il flusso d’aria

 

Rimedi naturali e consigli per smettere di russare

Per smettere di russare è necessario intervenire sulle cause e come abbiamo visto alcune sono facilmente risolvibili. Ecco quindi i rimedi naturali per eccellenza:

  • Smettere di bere sostanze alcoliche prima di coricarsi
  • Smettere di fumare
  • Perdere peso
  • Fare lavaggi nasali prima di andare a dormire
  • Fare esercizi per rafforzare i muscoli della gola
  • Usare cuscini anti-russamento o sollevare la testa di circa 10-15 centimetri con un cuscino normale in più
  • Dormire su un fianco
  • Stabilire una buona igiene del sonno (andando a dormire dopo una cena leggera, possibilmente sempre allo stesso orario, ecc)

Per ciò che riguarda la cosiddetta medicina alternativa (o complementare) imparare alcune tecniche yoga di respirazione può sicuramente favorire un giovamento del problema. Non è abbastanza indagato scientificamente, ma anche l’agopuntura è annoverata tra le terapie fattibili per smettere di russare, anche se va sempre valutato l’approccio in base alla causa scatenante. Esistono poi delle erbe sotto forma di infusi, integratori o suffumigi che possono aiutare a ridurre il problema. E’ il caso dell’Eucalipto (libera le vie nasali), del finocchio o dello zenzero (favoriscono la digestione), il ginkgo, luppolo, rosa canina, verbena e orzo.

Quando rivolgersi al medico: il rischio dell’apnea notturna

Russare può essere a volte il sintomo di un problema serio come l’apnea del sonno: si tratta di una vera e propria ostruzione respiratoria, che tende a svegliare di continuo l’individuo in quanto si sente soffocare, ma per vari motivi rappresenta un serio rischio per la vita stessa, oltre che per la sua qualità: il non riposare adeguatamente porta a stanchezza diurna, e alla lunga a mal di testa, stato confusionale, perdita di memoria, eccetera. Gli stessi sintomi, come se si trattasse di un contagio possono essere riscontrati nel partner, svegliato dal continuo russare ed anche la vita di coppia tenderebbe a svanire.

Ma l’apnea ostruttiva del sonno ha complicanze ancora peggiori che coinvolgono l’intero apparato cardiocircolatorio. A tale disturbo sono infatti associati maggiori rischi di infarto, ipertensione, ictus, fibrillazione atriale ed insufficienza cardiaca congestizia.

Per tali motivi è importante rivolgersi ad uno specialista se si hanno i seguenti disturbi:

  • Russare molto forte e tutte le notti
  • Sonnolenza diurna e stanchezza generalizzata
  • Addormentamento improvviso diurno
  • Sensazione di soffocamento durante il sonno

In tali casi occorre risolvere quanto prima e possono essere necessarie anche terapie più drastiche, anche chirurgiche.

Leggi anche:

Foto: Flickr