Sveliamo i falsi miti della salute

di liulai 2

Quando hai le mestruazioni non toccare le piante. Le faresti morire!
Sono ammalato di fegato, mi dà delle fitte terribili!.
La psoriasi? E’ una malattia contagiosa, meglio non toccare la pelle di chi ne soffire!
E avanti di questo passo. Sull’argomento tutti hanno un parere da esprimere, un’esperienza da raccontare. Per poi scoprire che spesso, troppo spesso, la verità è un’altra. Forse più semplice, più immediata.Certamente meno fantasiosa. Ecco dunque un elenco dei principali falsi miti della salute.

Acne: Non servono i farmaci, basta mettersi al sole!
Se è vero che il sole prosciuga i brufoli è altrettanto vero che l’effetto dura poco. E dopo un po’ di tempo l’acne rispunta. Con l’abbronzatura la pelle diventa più spessa e i punti neri si incistano in profondità. Ma questo non vuol dire che siano spariti.
Mal di testa: i bambini non ne soffrono!Non è assolutamente vero. I bambini ne soffrono, e tanto. La cefalea, infatti, può essere ereditaria. A volte, inoltre, per i bimbi il mal di testa è una manifestazione psicosomatica. In pratica, l’espressione fisica di un disagio psicologico che si ripropone ogni volta che devono affrontare situazioni difficili: il primo giorno di scuola, la conoscenza di persone nuove, l’interrogazione. Dunque una sorta di difesa, una richiesta di aiuto nei confronti di qualcuno o qualcosa che spaventa o non si riesce ad affrontare.



Sport: farne tanto fa bene alla salute!
Nessuno può contestarlo. Ma c’è un limite a tutto. Se è vero che fare sport fa bene, esagerare può essere controproducente. Invece, a volte, pretendiamo davvero troppo da noi stessi. Vogliamo sciare, giocare a tennis, nuotare. E chi più ne ha più ne metta.
Spinaci e carne rossa: bisogna mangiarli spesso perché fanno buon sangue!
Questi due alimenti contengono ferro, ma non in quantità eccezionali. La stessa che si ritrova anche nelle carni bianche e nelle frattaglie o in altre verdure. Pare addirittura che, per quanto riguarda gli spinaci, tutto sia nato a causa di un comune errore di stampa che attribuì a 100 grammi di foglie un contenuto di 30 grammi di ferro invece di 3. Quando si scoprì l’errore era ormai troppo tardi.

Osteoporosi: ci penserò quando sarò vecchio!
E’ un errore. La salute delle ossa si costruisce in gioventù. Arricchire la dieta di calcio e fare attività fisica tra i 15 e i 30 anni è importante perché è proprio questo il periodo della vita in cui l’organismo riesce ad accumulare il massimo del calcio. Farne una buona scorta, servirà per il futuro quando le ossa avranno bisogno di tutta la loro.
Mestruazioni: non si devono lavare i capelli! C’è chi sostiene che nei giorni del ciclo non ci si debba lavare i capelli, o bagnarsi con acqua fredda, e chi afferma addirittura che toccare le piante ne provoca la morte. A sostenerlo erano gli antichi (già ai tempi di Ippocrate) i quali erano certi che le mestruazioni rappresentassero una sorta di purificazione dell’organismo. Un modo per eliminare sangue ‘tossico‘. Lavarsi con acqua fredda, quindi, significava attirare questo sangue verso le zone bagnate e non consentirgli di uscire. Ora le cose sono fortunatamente cambiate ma c’è ancora qualcuno che crede in queste leggende che nulla hanno di scientificamente provato.

Antibiotici: quando passa la febbre non li prendo più!
E’ un errore che fanno in tanti. L’antibiotico, però, non è come gli antidolorifici che, una volta passato il dolore, non servono più. Gli antibiotici si prendono per eliminare batteri e germi che hanno provocato la malattia. E ci vogliono parecchi giorni perché questo accada (mai meno di 7). Smettere prima solo perché magari la febbre è passata significa lasciare in vita alcuni batteri che poi si riprodurranno più forti di prima. Così la malattia si ripresenterà.
Diabete: vietato lo zucchero!
L’alimentazione deve essere bilanciata. Sappiamo infatti che l’organismo ha bisogno di zuccheri, si tratta solo di dosarli al meglio. Di assumerli in quantità moderata e sotto le forme consentite.

Psoriasi: non la toccare perché è contagiosa!
Non è assolutamente vero. A dispetto delle chiazze rosse e delle squame biancastre decisamente poco belle a vedersi, la psoriasi non è affatto contagiosa.
Fegato: se duole è perché è malato!
Niente di più falso. Il fegato, infatti, non dà mai dolore. Se sentite delle fitte nella parte destra del fianco potrebbe essere un po’ di colite spastica o dei semplici dolori intercostali. I sintomi di una malattia di fegato sono altri: colorito giallastro (ittero), urine scure e feci chiare che rappresentano il classico segnale dell’epatite.

Tetano: ormai non esiste più!
Non è vero. Grazie alla vaccinazione, resa obbligatoria prima dei 12 mesi di età, oggi il tetano colpisce molto meno. Ma non è stato definitivamente eliminato. Inoltre. la vaccinazione ha una durata di circa 10 anni, scaduti i quali occorre fare un richiamo. Se vi siete feriti con un oggetto sporco e magari arrugginito disinfettate subito la ferita e fatevi fare la vaccinazione antitetanica. In attesa che questa faccia effetto (ci vuole circa un mese) il vostro medico curante vi farà anche una iniezione di immunoglobuline.Si tratta di anticorpi che sono in grado di difendervi dall’infezione in attesa che entri in azione il vaccino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>