Depressione post-partum

di Marco Mancini 3

Depressione post-partum

La depressione post-partum è una forma di depressione da moderata a grave in una donna dopo il parto. Può accadere, subito dopo il parto o fino ad un anno dopo. La maggior parte delle volte, si verifica entro le prime 4 settimane dopo il parto.

CAUSE: Cambiamenti di umore attesi: le donne hanno in genere alterazioni dell’umore durante la gravidanza. Essi sono causati da cambiamenti nei livelli ormonali. Molti sono normali e anche prevedibili, dato che avere un bambino può portare a cambiamenti dello stile di vita. Il sostegno da parte della famiglia e degli amici può aiutare.

Tristezza: Più della metà delle donne possono soffrire di depressione per un breve periodo dopo la gravidanza. Questo porta ad ansia, irritazione, pianto, irrequietezza ed è spesso chiamata “tristezza post-partum.” Ciò si verifica in genere nelle prime settimane dopo la gravidanza e se ne va presto, senza la necessità di trattamento.

Depressione post-partum: la depressione post-partum è una condizione più grave che colpisce tra l’8 e il 20% delle donne dopo la gravidanza, soprattutto nelle prime 4 settimane. E’ necessario consultare un medico per curare la depressione post-partum. Si può avere una maggiore probabilità di depressione post-parto se:

  • Si hanno meno di 20 anni;
  • Si fa uso di alcool, sostanze illegali o fumo (a rischio è anche il bambino);
  • La gravidanza non era prevista o voluta;
  • Si aveva già un disturbo dell’umore o ansia prima della gravidanza, compresa la depressione con una precedente gravidanza;
  • E’ accaduto un avvenimento stressante durante la gravidanza, compresa la malattia, morte o malattia di una persona cara, un parto difficile o di emergenza, parto prematuro, o una malattia o anomalia nel bambino;
  • Si ha un familiare stretto affetto da depressione o ansia;
  • Si ha un cattivo rapporto con il proprio marito, fidanzato, o non si è sposati;
  • Si hanno problemi finanziari (reddito basso, condizioni abitative scarse);
  • Si ha scarso sostegno da parte della famiglia, amici e padre del bambino;
  • In precedenza si è tentato il suicidio;
  • Si è ricevuto scarso supporto dai genitori durante la propria infanzia.

SINTOMI: La maggior parte dei sintomi sono gli stessi della depressione. Oltre a questi, si possono avere i seguenti sintomi quasi ogni giorno:

  • Agitazione e irritabilità;
  • Diminuzione dell’appetito;
  • Difficoltà di concentrazione o pensiero;
  • Sentimenti di autosvalutazione o colpa;
  • Sentirsi socialmente isolati;
  • Mancanza di piacere in tutte o quasi tutte le attività;
  • Perdita di energia;
  • Sentimenti negativi verso il bambino;
  • Pensieri di morte o di suicidio;
  • Disturbi del sonno.

DIAGNOSI: Non esiste un singolo test per diagnosticare la depressione post-partum. Il medico può farvi completare un questionario per cercare i segni o i rischi per la depressione. A volte la depressione dopo la gravidanza può essere collegata ad altre condizioni mediche. L’ipotiroidismo, per esempio, provoca sintomi come affaticamento, irritabilità e depressione. Le donne con depressione post-partum dovrebbero effettuare un esame del sangue per lo screening del livello di ormoni tiroidei.

TERAPIA: Il trattamento per la depressione post-partum spesso include farmaci, terapia, o una combinazione di entrambi. Ci sono diversi tipi di farmaci antidepressivi che possono essere somministrati alle madri che allattano, tra cui nortriptilina, paroxetina e sertralina. Se state pensando di farvi del male o farlo al vostro bambino, richiedere immediatamente assistenza medica. Se la depressione viene diagnosticata, è possibile che dobbiate essere seguite attentamente per almeno 6 mesi.

La partecipazione a gruppi di supporto può essere utile, ma insieme ai farmaci e alla psicoterapia formale.

PROGNOSI: I farmaci e la consulenza professionale spesso riescono a ridurre o eliminare i sintomi. Possibili complicazioni possono nascere se non si riceve nessuna terapia, e allora la depressione post-partum può durare per mesi o anni, e si può correre il rischio di far del male a sé stessi o al bambino. Le possibili complicanze a lungo termine sono le stesse della depressione.

Contattare un medico se si verifica depressione dopo la gravidanza. Non abbiate paura a chiedere aiuto immediatamente se vi sentite sopraffatte e avete paura di ferire il bambino.

PREVENZIONE: Avere una buona sostegno dalla famiglia, dagli amici e colleghi può contribuire a ridurre la gravità della depressione post-partum, ma non può impedirla. I questionari di screening possono aiutare con la diagnosi precoce della depressione o dei rischi.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>