Policitemia vera

di Marco Mancini 21

Policitemia vera

La policitemia vera è un aumento anomalo delle cellule del sangue (soprattutto globuli rossi) a causa di un eccesso di produzione di cellule dal midollo osseo.

CAUSE: La policitemia vera è un disordine acquisito del midollo osseo che causa la sovrapproduzione di globuli bianchi, globuli rossi e piastrine. Si tratta di una malattia rara che si verifica più frequentemente negli uomini rispetto alle donne, e raramente in pazienti sotto i 40 anni. La causa esatta non è nota.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Difficoltà di respirazione quando si sta sdraiati;
  • Vertigini;
  • Pienezza nell’addome in alto a sinistra;
  • Mal di testa;
  • Prurito, soprattutto dopo un bagno caldo;
  • Colorazione rossa, in particolare del viso;
  • Mancanza di fiato;
  • I sintomi della flebite;
  • Colorazione bluastra della pelle;
  • Fatica;
  • Macchie cutanee rosse;
  • Problemi di vista.

I sintomi sono dovuti ad un aumento dello spessore del sangue e della coagulazione.

DIAGNOSI: Il medico eseguirà un esame fisico. I test che possono essere effettuati includono:

  • Biopsia del midollo osseo;
  • Volume del sangue;
  • Analisi chimica del sangue;
  • Esame emocromocitometrico completo con differenziale;
  • Ematocrito;
  • Conta dei globuli bianchi;
  • Conta piastrinica;
  • Livello di vitamina B12.

Questa malattia può anche alterare i risultati delle seguenti prove:

  • ESR;
  • Eritropoietina;
  • Emoglobina;
  • Lattato deidrogenasi;
  • Leucociti fosfatasi alcalina;
  • Test di aggregazione piastrinica;
  • Conta dei globuli rossi;
  • Acido urico sierico;
  • TIBC;
  • Analisi delle urine.

TERAPIA: L’obiettivo del trattamento è quello di ridurre lo spessore del sangue e per prevenire le emorragie e la coagulazione. Un salasso è utilizzato per diminuire lo spessore del sangue. Il sangue viene prelevato fino al livello di ematocrito inferiore a 45, quindi la terapia continua, se necessario.

Talvolta, la chemioterapia (in particolare idrossiurea) può essere somministrata per sopprimere il midollo osseo. L’interferone può essere somministrato a conta ematica inferiore. Un farmaco chiamato anegrelide può essere dato con la conta piastrinica inferiore. L’impiego di fluidificanti del sangue (come l’aspirina) è controverso perché può causare emorragia nello stomaco.

PROGNOSI: La malattia di solito si sviluppa lentamente, e la maggior parte dei pazienti non provano problemi correlati alla malattia dopo la diagnosi. Tuttavia, le cellule anormali del midollo osseo possono iniziare a crescere in maniera incontrollata in alcuni pazienti e portare alla leucemia mieloide acuta. Ciò si verifica in casi rari.

I pazienti con policitemia vera hanno anche una maggiore tendenza a formare coaguli di sangue che possono causare ictus o infarti. Alcuni pazienti possono manifestare sanguinamento anomalo perché le loro piastrine sono anormali. Possibili complicazioni possono essere:

  • Sanguinamento gastrico;
  • Gotta;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Leucemia;
  • Mielofibrosi;
  • Ulcera peptica;
  • Trombosi.

Contattare un medico se si sviluppano i sintomi della policitemia vera.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.